• Certificazione energetica

     

    La certificazione energetica degli edifici è una procedura di valutazione prevista dalle direttive europee 2002/91/CE e 2006/32/CE.

     

    Per quanto riguarda l’Italia, con l’espressione «certificazione energetica degli edifici», in una prima accezione, deve intendersi la disciplina complessivamente stabilita in tema di rendimento energetico dell’edilizia e contenuta nel d.lgs. 19 agosto 2005, n. 192 (attuativo della direttiva 2002/91/CE) e successive modifiche ed integrazioni. In una seconda accezione, l’espressione deve altresì essere riferita al complesso delle operazioni svolte, dai soggetti a ciò abilitati, per il rilascio dell’attestato di certificazione energetica (cd. ACE), ovvero del documento, redatto secondo le particolari norme e i criteri di cui alla relativa normativa, attestante la prestazione, l’efficienza o il rendimento energetico di un edificio e altresì contenente le raccomandazioni per il miglioramento della prestazione energetica del medesimo (art. 2, comma 3, all. A al d.lgs. 29 dicembre 2006, n. 311).

    Certificazione energetica ( 0 commenti)

  • XILO1934 - PARQUET DECORATIVO

    FINALMENTE A BOLOGNA – PARQUET DECORATIVO

    La presente per informarVi che la Ciaccio Casa Srl, dal 01 Gennaio 2013, e’ distributore ufficiale per Bologna della Xilo1934.

    Xilo 1934 presenta la prima collezione di parquet decorati. Luca Scacchetti, Davide Pizzigoni, Piero e Barnaba Fornasetti, Carlo Dal Bianco, Marco Ferreri, Manuela Corbetta, Luca Compri e Paolo Tempia Bonda, sono gli autori che danno vita al primo autentico programma di design nei pavimenti in legno. Tecnologia, design, decorazione, qualita’ hanno consentito la realizzazione di questo straordinario parquet decorativo interamente Made in Italy.

    XILO1934 - PARQUET DECORATIVO ( 0 commenti)

  • Ciaccio contro Ciaccio Show

    Pubblichiamo l’intervista fatta al Nostro Mitico Ciaccio Enrico da parte di Mille Cuori Rossoblu’. Perché la Ciaccio Casa tifa Bologna F.C. 1909 !!!

    Ciaccio contro Ciaccio show" per " a parti invertite"

    Oggi Vi presentiamo un personaggio ormai famoso all’interno delle Televisioni locali, ma che ad oggi è un condensato di simpatia, tifo rossoblù , grande capacità nel condurre trasmissioni come “442” e naturalmente sostenitore del Nostro sito 1000cuorirossoblù.

    Un buon passato da calciatore, una dote innata per il dialogo e grande capacità di approccio, è da due anni conduttore della trasmissione di telestudio “442”, insieme alla ormai per Noi nota Valentina Cristiani e al mister dei giovani Alessandro Barbacini.

    Il suo format televisivo prevede ospiti in studio, che spaziano dal mondo sportivo al mondo dell’intrattenimento musicale, ex calciatori con i quali fa tutto rigorosamente senza scaletta.

    Gag continue che si alternano con consumate domande di profilo tecnico, perché Enrico Ciaccio oltre che avere nel DNA questa dote di grande intrattenitore  e’ anche ottimo conoscitore di calcio dove riesce a cogliere anche le più banali sfacettature.

    Fatta questa doverosa premessa iniziamo a conoscere meglio Enrico:

    1000CUORI: Come nasce Enrico Ciaccio uomo televisivo?

    CIACCIO: Enrico Ciaccio e’ una persona comune come tante altre, forse un po’ più bizzarra e fantasiosa, grande tifoso di calcio e del Bologna, ma essendo grande conoscitore del calcio dilettanti; facevo delle comparse in varie trasmissioni locali come opinionista, anche perché ho fatto parte del team Maifredi a “Quelli che il calcio” e da li’ mi sono introdotto diciamo così nell’ambiente radio/televisivo.
     
    1000CUORI: Ciaccio Enrico anche giocatore di calcio vero?

    CIACCIO: A livello di dilettanti, ma ho giocato sempre in squadre della regione e ovunque sono andato, da Montese a Gaggio  Montano fino a Castelvetro, non ho mai capito se sono diventato un idolo locale per le qualità tecniche o per altre doti.

    Poi come già detto con Mister Maifredi a "Quelli che il calcio " simulando i gol appena fatti, diciamo ho esteso gli orizzonti venendo a contatto con tante celebrità come Rizzitelli, Boranga, Pellegrini, Bianchi, Domini e le due icone bolognesi Fabio Poli e il mitico Villa coi quali per 5 anni abbiamo girato l’italia divertendoci e facendo anche tanta beneficenza.

    1000CUORI: Parliamo del Bologna; vista la classifica quale cessione per te stiamo pagando di piu?

    CIACCIO: Credo che quasi tutte cessioni siano state dolorose, anche perché come dice il detto lasciare la vecchia via per quella nuova ha dimostrato di non pagare, essendo arrivati quest’anno giocatori meno validi dal punto di vista sportivo di quelli che hanno lasciato, ma credo la mancanza di un portiere come Gillet che dava sicurezza a tutto il reparto e la tecnica di ramirez siano i rimpianti più grandi.

    Ciaccio contro Ciaccio Show ( 0 commenti)